L’America spiegata agli Italiani #13

Da noi il periodo delle feste si conclude con l’Epifania, sul mio blog cade ancora la neve, quindi mi considero ancora in tempo per un post a tema natalizio.

Insomma, Natale, caminetto acceso, bevanda calda, decorazioni, ghirlande, albero di natale, bastoncini bianchi e rossi alla menta, e un bel filmetto in famiglia

Da noi impera la discutibile moda del Cinepanettone, ma negli States il film di Natale è una cosa seria. C’è una lunga serie di grandi classici:

Primo tra tutti direi White Christmas

per il quale è stata scritta l’omonima canzone; seguito da

La vita è meravigliosa

Miracolo sulla 34° strada

Buonisti? Stucchevoli? Forse. Ma di certo molto meglio di alcune recenti prodezze cinematografiche natalizie nostrane, non ché un’occasione per stare un po’ in famiglia.

Naturalmente poi ci sono anche i film più recenti, ma ormai entrati nel canone, come Mamma ho perso l’aereo,

Il Grinch,

The Nightmare before Christmas

.

Per chi non vuole restare a casa, ovviamente c’è il cinema, ma anche il teatro.

Il balletto Lo Schiaccianoci, ad esempio

è diventato il più famoso al mondo proprio perché negli Stati Uniti, già dalla fine del XIX secolo, è entrato a far parte della tradizione delle feste. Tant’è vero che marionette raffiguranti il protagonista e altre decorazioni natalizie a tema Nutcracker sono estremamente diffuse.

E una bella serata a teatro con la famiglia di certo non è male come regalo per le feste!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s