L’America spiegata agli Italiani #9

E il giorno dopo Thanksgiving (che come spiegato precedentemente è sempre giovedì) è un venerdì, ma non un venerdì qualunque, un venerdì nero.

Il Black Friday, è una tradizione nazionale quasi quanto il giorno del ringraziamento stesso.

Questa ricorrenza altro non è che una giornata in cui le maggiori catene commerciali offrono merce a prezzi incredibilmente scontati per tutto il giorno, scatenando una vera corsa agli acquisti, di quelle che noi nemmeno possiamo immaginare. Molte persone si mettono in fila di fronte ai negozi ancora chiusi già dall’alba, incuranti del freddo polare (e in America il freddo è polare sul serio)

per poi scagliarsi all’interno appena la saracinesca consente loro fisicamente di entrare come un’orda inferocita di barbari pronti alla conquista.

Onestamente l’idea di trovarmi in mezzo a questa folla mi atterrisce, infatti è una di quelle esperienze di vita vera americana che ho volutamente ignorato e senza rimpianti. Nonostante le mie origini quasi-liguri, al diavolo il risparmio se devo azzuffarmi per una fotocamera a 5 dollari!

Il Black Friday dà il via alla stagione degli acquisti natalizi, in tempi più recenti poi il Venerdì Nero ha partorito anche un suo figlioccio il Cyber Monday: il lunedì successivo dedicato ai folli acquisti online.

Sicuramente meno rischioso del Black Friday, durante il quale si verificano immancabilmente vari incidenti tra i venditori (schiacciati tra le porte o calpestati dalla folla) o tra i clienti

Decisamente non il mio sport.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s